El Salvador punta sul bitcoin con corso legale.

Il Presidente Nayib Bukele dello Stato centro americano invierà una proposta legislativa al congresso per far sì che il bitcoin acquisisca corso legale.

«La prossima settimana invierò una proposta legislativa al congresso per far sì che il bitcoin acquisisca corso legale». Lo ha annunciato, in un video alla conferenza di Miami “Bitcoin 2021”, il presidente dello Stato dell’ El Salvador Nayib Bukele. Inutile dire che il mondo delle criptovalute (non, però, le quotazioni della cryptocurrency) è entrato in fibrillazione. Su twitter i grandi “influencer” come Tyler Winklevoss, che insieme al suo gemello Cameron è diventato miliardario grazie al bitcoin, ha cinguettato: «Grande notizia…». Al di là delle reazioni della cryptoeconomy l’annuncio è importante. Nayib Bukele ha previsto la creazione di una partnership tra El Salvador e una società di “wallet” digitali: Strike. L’obiettivo è costruire una moderna infrastruttura finanziaria usando la tecnologia della criptovaluta regina.

La notizia è stata presentata su Il Sole 24 Ore nell’articolo “El Salvador punta sul bitcoin con corso legale. Lo Stato sfida la moneta tradizionale?” a cura di Vittorio Carlini.

Nell’articolo, il direttore scientifico DGI Ferdinando M. Ametrano commenta la notizia sia dal punto di vista tecnico, spiegando le funzionalità della rete off chain “lighting network”, sia dal punto di vista monetario:

«Non vedo nulla di strano che, in un mondo globalizzato dove il digitale consente l’ubiquità virtuale, ci siano delle valute le quali nascono in quanto legate a determinati beni e servizi.»

Giugno 6, 2021

Redazione