luglio 17, 2023

Staff

CheckSig e LEXIA annunciano la loro collaborazione

Article

Lo studio legale LEXIA partecipa al processo di custodia per criptovalute offerto da CheckSig, per rafforzare trasparenza e affidabilità

LEXIA, studio legale con profonda esperienza in ambito fintech, e CheckSig, società leader nelle soluzioni cripto per investitori privati e istituzionali, stringono una collaborazione che vede il coinvolgimento di LEXIA nella soluzione di custodia offerta da CheckSig.

CheckSig si rivolge a privati ed istituzionali in cerca di soluzioni basate su processi sicuri e verificabili: la collaborazione con LEXIA rafforza affidabilità e trasparenza nella custodia professionale dei crypto-asset, a beneficio degli investitori e di tutto il mercato cripto.

Infatti, l’apertura della cassaforte digitale di CheckSig può avvenire solo con la partecipazione di attori esterni e indipendenti, i cosiddetti federation agent. Ognuno di loro detiene una propria chiave crittografica e verifica legittimità, importo e destinazione di ogni prelievo: l’affidabilità degli attori coinvolti è cruciale per il presidio di sicurezza, per questo l’ingresso di LEXIA nel novero dei federation agent rafforza il processo di custodia.

Secondo Andrea Berruto, Managing Director - RegTech Services di LEXIA, “la collaborazione con CheckSig conferma l’impegno dello Studio a mettere al centro la tutela di società, privati e istituzioni in contesti complessi, dinamici e in via di regolazione come quelli fintech e cripto. Grazie alla conoscenza sia degli aspetti tecnologici sia di quelli legali, siamo in grado offrire servizi ad alto valore aggiunto.LEXIA sta, infatti, sviluppando una serie di servizi innovativi dedicati agli operatori cripto e, più in generale, al settore FinTech e RegTech. Nei prossimi mesi annunceremo queste novità”.

Francesco Dagnino, Managing Partner di LEXIA, ha così commentato: “siamo entusiasti di questa collaborazione. La nostra consolidata esperienza in ambito fintech, unitamente all’approfondimento dei sistemi di custodia offerti da CheckSig, ci permetterà di rafforzare il nostro impegno profuso a favore degli operatori del mercato cripto, così come a favore degli intermediari vigilati che vogliano integrare nuove offerte commerciali con modelli di business innovativi, anche sotto il profilo della custodia dei cripto-asset. Crediamo fortemente in un avvicinamento fra la finanza tradizionale ed il settore dei cripto-asset e lo Studio LEXIA vuole farsi facilitatore di tale processo“.

Ferdinando Ametrano, cofondatore e amministratore delegato di CheckSig ha aggiunto: “sulla scia dell’adozione di MiCA (il regolamento UE dei mercati cripto) i rapporti tra il mondo legale e quello dei fornitori di servizi sono sempre più stretti. Per questo, così come in CheckSig siamo sempre attenti ai temi di conformità normativa, siamo lieti che LEXIA sia parte attiva dei processi tecnologici di sicurezza, riducendo sempre di più la distanza tra i due mondi”.

Come funziona la custodia delle criptovalute

Come l’oro, Bitcoin è un bene “al portatore”. Per custodire i propri Bitcoin è necessario custodire le cosiddette “chiavi private”: chiunque le abbia può infatti trasferire irreversibilmente i fondi associati; perderle o farsele rubare comporta la perdita dei propri asset. Per questo motivo, la custodia rappresenta un passaggio cruciale per gli investitori in criptovalute.

CheckSig offre un servizio di custodia completo, prendendosi interamente carico della sicurezza dei fondi contro attacchi esterni. Il protocollo di custodia della fintech italiana prevede un sistema a due livelli di custodia, disconnessi da internet, con tre distinti processi autorizzativi a firma multipla che coinvolgono diversi attori, sia interni sia esterni - i federation agent - per poter movimentare i fondi.

Oltre a garanzie assicurative e audit esterni ed indipendenti, CheckSig vanta di essere stata la prima al mondo a fornire pubblicamente la Prova di Riserve (Proof-of-Reserves): dal 2020, sfruttando la trasparenza della blockchain (il registro contabile delle criptovalute), dimostra mensilmente di avere il continuo e pieno controllo dei beni a lei affidati. Questo processo di custodia ha ottenuto due brevetti, ha vinto il Wealth Briefing Swiss Award 2023 ed è stato selezionato nella Call for Proposals di Banca d’Italia a maggio 2023.

Scarica il comunicato stampa.

luglio 17, 2023

Staff

Condividi: Social shareSocial shareSocial shareSocial shareSocial share

Apri il conto

Il conto consente l'accesso a tutti i servizi CheckSig. Servizi impeccabili, a condizioni estremamente vantaggiose.

Informazioni

Leggi le risposte alle domande frequenti (FAQ). Hai ulteriori domande? Parlane con il nostro supporto.

Share logo Share logo Share logo Share logo Share logo Share logo Share logo Share logo Share logo
CheckSig logo vertical

Accedi all'area privata tramite browser o app

Swiss award

© CheckSig S.r.l. Società Benefit - P.IVA 11028330964 | CheckSig Suisse AG - CHE-183.628.610

PRIVACY POLICY COOKIE POLICY