novembre 20, 2023

Staff

CheckSig introduce Clear: l’infrastruttura tecnologica per banche e intermediari

L’arrivo dell’Euro digitale, la crescita di Bitcoin e la chiarezza normativa sulle cripto-attività sono un momento cruciale nell’adozione dei digital asset. Su questo fronte CheckSig supporta banche e intermediari con Clear, la piattaforma che integra la “Prova di Riserve”

CheckSig, leader italiano nel settore delle soluzioni cripto, presenta Clear, l’infrastruttura tecnologica per i digital asset dedicata a banche e intermediari. L’annuncio giunge in un momento cruciale nell’evoluzione della finanza digitale, con l’Euro digitale in arrivo, il Bitcoin che cresce del 124% da inizio anno e normative finalmente chiare sulle cripto-attività. Clear rafforza il ruolo di CheckSig come fornitore per le istituzioni finanziarie.

1. Euro digitale in arrivo, Bitcoin in crescita, chiarimenti normativi: il contesto dei digital asset

L’Euro digitale potrebbe rappresentare l’accesso diretto per tutti a moneta digitale di banca centrale, affiancandosi al contante e sfidando le attuali forme di pagamento al dettaglio. Terminata l’investigazione preliminare di Banca Centrale Europea, adesso si passa all’analisi funzionale in attesa dell’approvazione politica. Le modalità di utilizzo da parte degli utenti saranno demandate a banche e intermediari: restano da chiarire gli incentivi per gli operatori a supportare il nuovo sistema di pagamento.

Ferdinando Ametrano, cofondatore e amministratore delegato di CheckSig, osserva: “tra i crypto-asset, le stablecoin come USDT (Tether), USDC (Circle) e PYUSD (PayPal), potrebbero sentire la concorrenza dell’Euro digitale. Nessuna competizione invece per i crypto-asset come Bitcoin ed Ether, beni d’investimento più che strumenti di pagamento”.

Da inizio anno, Bitcoin ha registrato un rendimento del 124% ed è sempre più riconosciuto come “oro digitale” e bene rifugio. Ether, il cui prezzo è salito del 67%, offre invece una piattaforma Delivery-Versus-Payment per la distribuzione di beni digitali e smart asset. Insomma, nel 2023 l’asset class più performante saranno proprio i crypto-asset, rendendo sempre più difficile tenerli fuori da un portafoglio di investimenti diversificati.

2. Clear: l’infrastruttura tecnologica per banche e intermediari

Nell’ambito di crescente rilevanza dei digital asset, CheckSig introduce Clear, l’infrastruttura tecnologica per banche e intermediari che vogliono accedere in modo semplice e sicuro alle cripto-attività.

CheckSig è da sempre impegnata sulla frontiera cripto con tecnologia specializzabile per le esigenze del cliente ed in piena conformità regolamentare. Clear offre una suite completa di soluzioni, in particolare il trading in best execution su molteplici borse di scambio e la custodia basata sulla Prova di Riserve.

Michele Mandelli, managing partner di CheckSig, commenta: ”Clear rappresenta un punto di svolta nell’abilitare le istituzioni finanziarie all’offerta di servizi di investimento in digital asset. La nostra piattaforma include la Prova di Riserve ed è offerta in modalità Crypto-as-a-Service, anche in white-label. Con Clear, banche ed intermediari possono accompagnare la clientela all’investimento cripto in piena sicurezza e conformità normativa; possono fidelizzare i propri clienti e attrarne di nuovi grazie ad una innovativa linea di business”.

3. Il futuro dell’adozione dei digital asset

Negli Stati Uniti i giganti dell’asset management come BlackRock, Fidelity e Franklin Templeton stanno promuovendo ETF che consentano di diversificare i portafogli di investimento tramite l’inclusione di crypto-asset. Banche tradizionali come Goldman Sachs e JP Morgan si accodano nel trend di adozione a challenger bank e fintech.

Il 2024 potrebbe essere l’anno dell’accelerazione europea nell’adozione dei digital asset. I chiarimenti normativi forniti dal regolamento europeo Markets in Crypto Assets (MiCA) e dalla legge di bilancio italiana del 2023 forniscono, infatti, il quadro normativo per lo sviluppo del mondo cripto. Banche ed intermediari tradizionali si stanno preparando a lanciare servizi di custodia e compravendita, per consentire ai propri clienti di acquistare, conservare e gestire una vasta gamma di digital asset.

Questa apertura del mondo finanziario tradizionale risponde ad una domanda di mercato crescente: in Italia il 4,4% delle famiglie con maggior reddito ha già investito in criptovalute. Gli ultimi dati dell’OAM sull’operatività degli intermediari cripto autorizzati confermano che gli investitori italiani detengono presso i Crypto Asset Service Provider oltre €1,2 miliardi in cripto-attività e €0,6 miliardi in Euro.

Ferdinando Ametrano conclude: ”Grazie al nostro impeccabile track record nella fornitura di soluzioni cripto a livello istituzionale, CheckSig è pronta a sostenere l’innovazione digitale di banche e intermediari. Prova di Riserve, coperture assicurative, audit continuo e indipendente: questi sono gli elementi tangibili che ci differenziano e rendono Clear la soluzione migliore in termini di affidabilità, sicurezza e semplicità di integrazione”.

Maggiori informazioni su Clear: clear.checksig.com

Scarica il comunicato stampa.

novembre 20, 2023

Staff

Condividi: Social shareSocial shareSocial shareSocial shareSocial share

Apri il conto

Il conto consente l'accesso a tutti i servizi CheckSig.
Servizi impeccabili, a condizioni estremamente vantaggiose.

Informazioni

Leggi le risposte alle domande frequenti (FAQ).
Hai ulteriori domande? Parlane con il team CheckSig.

Share logo Share logo Share logo Share logo Share logo Share logo Share logo Share logo Share logo
CheckSig logo vertical

Scarica l'app CheckSig

app store icon Google play icon
Swiss award

© CheckSig S.r.l. Società Benefit - P.IVA 11028330964 | CheckSig Suisse AG - CHE-183.628.610

PRIVACY POLICY COOKIE POLICY